Home > Uncategorized > ESCLUSIVO: Intervista ad Alberto De Marchi

ESCLUSIVO: Intervista ad Alberto De Marchi

Aironi Rugby Team Supporters ha intervistato in esclusiva il pilone degli Aironi Rugby, nonchè della Nazionale, Alberto De Marchi. Il giovane pilone veneto, classe ’86, nelle due stagioni di Celtic League (ora Pro12) con gli Aironi, si è dimostrato una delle migliori scoperte e grazie a solide prestazioni si è guadagnato la convocazione in Nazionale per il Sei Nazioni 2012.

Ecco l’intervista che ci ha gentilmente rilasciato:

Quali sono gli obbiettivi che gli Aironi si sono posti per questa stagione?

Gli obbiettivi degli Aironi sono esattamente quelli dell’anno scorso, ovvero vincere il maggior numero di partite, avere un buon gioco e trovare una nostra identità di squadra

Sei stato convocato in Nazionale, quanto ti ha aiutato il fatto di giocare in Celtic League? E come?

Giocare in Pro12 è stato importantissimo per entrare in Nazionale, mi ha offerto una presa di coscienza sulle mie capacità e sul modo per raggiungere il mio obiettivo

Rispetto alla scorsa stagione per gli Aironi cosa è migliorato e cosa manca ancora?

Rispetto l’anno scorso è migliorato il gruppo, e certi errori non si commettono più, d’altro canto ne abbiamo fatti altri che spero in futuro non capitino più. Dobbiamo migliorare la nostra mentalità, non dare per scontato niente ed allenarci ogni giorno come se dovessimo giocare una finale ogni settimana

Quale aspetto l’esperienza agli Aironi ti ha aiutato a migliorare maggiormente?

In questi due anni giocare negli Aironi mi ha cambiato molto, in particolare la mentalità. Questo è stato merito di esempi come Marco Bortolami su tutti, che mi ha fatto capire il modo in cui approcciare una stagione sportiva. L’esempio dei senatori quindi mi è stato davvero d’aiuto

Quale futuro ti aspetti nel mondo del rugby?

Dal rugby non mi aspetto niente, perchè ho imparato che prima di fare progetti bisogna dimostrare il proprio valore  giorno per giorno, senza dar per scontato nulla

Quale squadra temi maggiormente e perché?

Non temo nessuna squadra in particolare, tutte sono pericolose e tutte sono battibili, dipende solo da noi

Quali sono le maggiori differenze che hai riscontrato tra i due coach Phillips e Bernini?

Preferirei non rispondere

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. 30/01/2012 alle 01:00

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...