Home > Celtic League, heineken cup, Staff > La fascia di capitano passa da Geldenhuys a Bortolami

La fascia di capitano passa da Geldenhuys a Bortolami

 Una delle novità della prossima stagione sarà sicuramente il passaggio dalle fascia da capitano dall’attuale Quintin Geldenhuys al compagno in seconda linea Marco Bortolami (in foto), già in passato a lungo capitano della Nazionale italiana. La decisione è stata presa da coach Rowland Phillips, che vede nella seconda linea padovana l’esperienza e il carisma adatti a guidare i compagni di squadra. Geldenhuys, vero begniamino del pubblico viadanese, lascia così la fascia da capitano, dopo aver ricoperto la medesima carica anche nel Rugby Viadana.

Il ct Phillips spiega i motivi della propria decisione con queste parole:
“Ho scelto Marco perchè ha molta esperienza ad alto livello come capitano, e il Pro 12 è una competizione di alto livello. Inoltre è già stato capitano diverse volte durante la scorsa stagione, sa come affrontare le situazioni di grande pressione che si verificano durante una stagione di Pro 12 e Heieneken Cup. E’ un capitano naturale.”

Parole di lode anche per il capitano uscente Geldenhuys, titolare fisso in Nazionale, e convocato più volte coi Barbarians, con cui ha trovato anche la meta:
“Quintin ha fatto un buon lavoro per gli Aironi durante una prima stagione molto difficile, abbiamo avuto un ottimo rapporto che sicuramente continuerà anche nel prossimo anno. Ma voglio che si concentri sul rugby giocato. E’ un giocatore molto importante per noi e non voglio dargli un’ulteriore pressione che lo distoglierebbe dal concentrarsi sul suo gioco.”

Nel primo mese di Pro 12, che cadrà in concomitanza con la Coppa del Mondo in Nuova Zelanda, non saranno disponibili nè Marco Bortolami, nè Quintin Geldenhuys e tantomeno Carlo Del Fava, coach Phillips ha optato così per affidare in quel periodo i gradi di capitano al giocane tallonatore classe ’86 Roberto Santamaria:
“Per il periodo del Mondiale ho scelto Santamaria perché avevo bisogno di qualcuno in squadra che avesse esperienza da capitano, qualcuno che avesse un atteggiamento positivo e che sapesse farsi rispettare da tutti. Roberto ha tutte queste caratteristiche, è uno che lavora duro per migliorarsi sempre e sa essere d’esempio. Sono sicuro che farà un ottimo lavoro.”

L’allenatore gallese parla poi anche del problema dell’indisciplina, che soprattutto nell’inizio di stagione è stato un handicap costante che ha limitato le potenzialità della squadra:
“La disciplina è stata un problema l’anno scorso, con troppi cartellini gialli presi. La poca disciplina quest’anno non sarà tollerata da parte mia e di tutto lo staff. Non è un segreto che le squadre di maggiore successo ad alto livello sono anche quelle con maggiore disciplina.”

SEGUICI SU FACEBOOK! / JOIN US ON FACEBOOK!

SEGUICI SU TWITTER! / FOLLOW US ON TWITTER!

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...