Home > Uncategorized > Rodd Penney torna ai Saracens

Rodd Penney torna ai Saracens

Rodd Penney saluta gli Aironi: Rodd Penney tornerà a giocare in Inghilterra con la squadra dei Saracens, proprio dalla quale è arrivato agli Aironi alla corte di Bernini. Dopo otto match in Celtic League e cinque in Heineken Cup dunque, il talentuoso centro neozelandese lascia l’Italia, per finire la propria carriera nella terra di Albione. Penney si è mostrato un elemento di fiducia di Phillips, e grazie alla sua esperienza è sempre stato presente nelle gare di Coppa di quest’anno, mostrandosi uno degli acquisti stranieri più validi. Un’uscita di scena a testa alta quindi, non prima di aver dimostrato affetto verso la squadra e i suo tifosi:            “Giocare a rugby in Italia ti insegna cosa significa passione, un insegnamento che certamente mi porterò dietro in futuro. La passione che gli italiani hanno nel seguire il rugby è qualcosa di speciale e i tifosi degli Aironi non sono secondi a nessuno in questo. E’ stato meraviglio durante le partite sentirli sempre sostenere la squadra con i tamburi e i cori”.

I Crociati non sfigurano contro lo Stade: Sconfitta onorevole per i Crociati Rugby, che al XXV Aprile di Parma vengono superati per 17 a 34 dai parigini dello Stade Francais, di fronte a più di 2000 spettatori.

Articolo di Paolo Mulazzi per SportParma:
Contro gli “dei”, gli umani poco possono. Troppo forte lo Stade e lo si sapeva, ma c’era curiosità nel vedere se dopo le cinque precedenti partite di Challenge Cup, i Crociati fossero stati in grado di alleggerire un po’ il passivo (che in questa edizione è una voce molto pesante per l’italico movimento). Ebbene, gli umani non hanno sfigurato e dopo un parziale di 3-22 in meno di mezzora, ad inizio ripresa i gialloblu si sono portati a ridosso del punto di bonus (14-22) prima di subire l’ultimo break parigino. Abbastanza bene il pacchetto che ha retto in ordinata ed in qualche occasione ha fatto retrocedere quello avversario.
Il pallino del gioco lo ha avuto per un buon 70% lo Stade con una pressione asfissiante nei primi venti minuti che ha fruttato tre mete con le due ali Camara (doppietta) e Valançon, entrambi ventunenni, le prime due pressoché identiche con una serie di giocate vicino al punto cui è seguita l’apertura al largo. In questa prima fase di gara si è notata una certa lentezza a salire da parte della prima linea difensiva crociata. Ma se il risultato non è stato più vistoso nonostante l’enorme differenza di possesso lo si deve anche ad una difesa che col passare del tempo si è meglio organizzata guadagnando in efficacia.
Dopo il drop del gioiellino Plisson, i Crociati mettono il naso nei ventidue al 30’ ed il fiuto è buono in quanto dall’iniziativa di Damiani si sviluppa l’azione che porta Fa’atau ad entrare nel varco giusto per la meta della bandiera. Iniezione di fiducia che porta qualche altro attacco culminato con i tre punti di Iannone a chiudere le segnature del primo tempo.
Anversa copia il compagno al 3’ della ripresa, ma i parigini arrivano alla meta del bonus intorno al quarto d’ora con Gerber che riceve dal capitano Rabadan. Poco dopo i Crociati recuperano palla nei ventidue avversari ma Damiani dalla linea di meta si ferma solo ad un paio di metri, sugli sviluppi vi è un fuorigioco che Anversa converte in tre punti.
Al 20’ è il momento più atteso per il folto pubblico del XXV Aprile: entra il capitano azzurro Sergio Parisse, applaudito ed inneggiato. Per lui, sia prima del rientro negli spogliatoi che prima del terzo tempo, turbinio di foto ed autografi il tutto con la consueta massima disponibilità.
Nel frattempo la partita perde un po’ di contenuti, coi francesi che commettono diversi errori e qualche fallo; nonostante ciò, a dieci minuti dall’80° arriva l’ultima segnatura della partita grazie a Bonneval, altro giovanissimo, ma soprattutto grazie ad un “evidente” fuorigioco di Plisson che aiuta a recuperare palla lanciando il compagno indisturbato lungo l’out.
I ducali ora si fanno preferire allo Stade giocando maggiormente nella trequarti avversa ed è apprezzabile, sottolineata dagli applausi del pubblico, la scelta, al 33’ ed un paio di minuti dopo, di giocare le punizioni, piazzabili da posizione vantaggiosa, in touche per cercare un’altra meta; non va ma a quel punto ci si doveva provare.
Diversi gli striscioni pro-Delnevo (vedi video) il quale però si è dovuto arrendere dopo soli 24 minuti causa un taglio in testa. Anche Minari ha dovuto terminare la sua partita prima del riposo causa infortunio al ginocchio. Il pubblico ha risposto, moltissimi i ragazzi delle giovanili co-optati per l’occasione, ad una giornata di festa e almeno per una volta, tutti contenti.

BANCAMONTE CROCIATI 17 – 34 STADE FRANCAIS (pt 11-22)
Crociati Rfc: Garulli; Fa’atau, En Naour, Damiani, Woodman; Iannone, Ireland; Mandelli, Orlandi, Delnevo; Minari, Sigg; Coletti, Giazzon, Lovotti.
Stade Français: Southwell; Valançon, Bousses, Rodriguez, Camara; Plisson, Oelschig; Briatte, Haskell, Rabadan; Palmer, Marchois; Gerber, Bonfils, Slimani.
Arbitro: Sig. Hodges (Gal)
Marcatori: Pt 6’m Camara, 13’m Camara tr Oelschig, 15’cp Iannone, 18’m Valançon tr Oelschig, 27’drop Plisson, 30’m Fa’atau, 36’cp Iannone. St 3’cp Anversa, 13’m Gerber tr Oelschig, 16’cp Anversa, 29’m Bonneval.
Sostituzioni: Crociati: Ferrarini (24’pt) per Delnevo, Maestri (35’pt) per Minari, Anversa (1’st) per Iannone, Frati (16’st) per Orlandi, Singh (21’st) per Ireland, Saccomani (27’st) per Giazzon, Passera (27’st) per Garulli, Scarparo (32’st) per Coletti. SF: Bonneval (24’pt) per Valançon, Tardy (18’st) per Rodriguez, Ledesma (18’st) per Gerber, Parisse (20’st) per Rabadan, Weber (33’st) per Slimani ne Sempéré, Flanquart, Beauxis.
Note: Giallo a Singh (37’st). Calci Iannone cp 2/2-tr 0/1, Anversa cp 2/2, Oelschig tr 3/5. Drop Plisson 1/1. Spettatori 2200ca
Punti conquistati in classifica: Crociati 0 Stade Français 5

Categorie:Uncategorized
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. 28/01/2011 alle 12:11

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...