Home > Uncategorized > Quale futuro per Dahlia Tv e la Celtic League?

Quale futuro per Dahlia Tv e la Celtic League?

Prendete un paese dove gli sport minori sono relegati alla semi clandestinità, aggiungete una tv a pagamento in liquidazione, una federazione sportiva che preferisce i guadagni piuttosto che la diffusione, due club non interpellati nella trattativa, circa 300.000 abbonati e 200 dipendenti. Mescolando questi ingredienti potreste ottenere il risultato finale, ovvero la liquidazione di Dahlia Tv, una pay-tv di propietà degli svedesi di AirPlus TV, e in parte di Telecom Italia Media. Dahlia offre canali dedicati al calcio (Serie A e Serie B), rugby (Celtic League, ITM Cup), football americano (NFL) fino alla boxe, automobilismo, sport emergenti, eros e porno. Dopo la messa in stato di liquidazione però, in uno stato del tutto confusionario, si sono aperti numerosi quesiti: che fine faranno i diritti televisivi ? Che fine faranno i dipendenti? Che fine faranno i soldi degli abbonati? Se da una parte la società tranquillizza, o almeno ci tenta, dicendo che la trasmissione degli eventi sportivi sarà garantita per l’intero anno, dall’altra parte infuria la rabbia dei tifosi abbonati, delle società e dei dipendenti. Dita puntate contro la dirigenza della pay-tv, incapace di gestire un capitale di circa 45 milioni di euro, e di offrire un servizio tale da poter godere dei 350.000 abbonati necessari per raggiungere il pari in bilancio. Dita puntate contro la FIR e il Board della Celtic che hanno preferito accettare la più lauta offerta di una tv a pagamento, e quindi con un bacino d’utenza ristretto, invece di una tv in chiaro, che permettesse, seppur pagando di meno, di diffondere maggiormente uno sport che non si può permettere di rinchiudersi nell’elite delle pay-tv. Una FIR che da quanto si sente dire da Treviso e Viadana, non ha minimamente inserito nelle trattative le società degli Aironi Rugby e della Benetton Treviso.

Queste le parole di Silvano Melegari, Presidente degli Aironi, raccolte in un’intervista da Paolo Wilhelm, giornalista di Radio R101 e del blog Il Grillotalpa:

“Ha fatto tutto la Fir, non non sappiamo nulla”

“Siamo preoccupati della situazione. Dahlia forse non era conosciuta, ma aveva dato la disponibilità al Board e alla Fir per dare la visibilità necessaria. Era, secondo me, un bellissimo prodotto, ma ora abbiamo un problema di immagine – le parole di Melegari, che continua -. Ma le scelte future non ci competono, visto che tutto è stato deciso dalla Federazione in collaborazione con il Board celtico – e aggiungesettimana prossima siamo a Edimburgo per una riunione tecnica con le altre società celtiche, ma al momento non sappiamo nulla. Quello che mi auspico, ovviamente, è che qualche altra emittente si faccia avanti. Al momento non ho sentito ancora nessuno, neanche il presidente federale che volevo sentire in questi giorni, ma al momento non so sinceramente nulla”.

“Le nostre partite, di Aironi e Treviso, vengono gestite da un service. Non so se questa società in outsourcing sia stata pagata, venga pagata e fino a quando potrà decidere di andare avanti a produrre le partite. Ma io mi auguro che poi si passi di mano, perché son convinto che la Celtic League abbia, soprattutto dall’anno prossimo, un ottimo interesse di audience”.

Ecco cosa pensa il Presidente riguardo la scelta puramente economica della Fir: “A dire la verità conosco gli approcci fatti con La7 e Sky. La7 non era interessata, perché non aveva risorse, Sky aveva fatto delle proposte, almeno per questo campionato, estremamente basse rispetto a Dahlia, anche se non conosco le cifre. Poi c’era la Rai, ma si era defilata anche lei. Quindi, sì, è vero che forse si è data priorità all’aspetto economico, ma fino a ora la qualità era buona”.

Melegari si dice poi disposto a qualsiasi tipo di soluzione per il futuro, purchè di buona qualità e completa copertura televisiva: “Non abbiamo preclusioni, l’unica cosa che chiedo è che non vengano, però, trasmesse solo le partite che giochiamo in Italia, ma anche quelle all’estero, come succede ora”.

Le parole del Presidente Melegari sono in perfetta sintonia con quelle del Presidente della Benetton Treviso Amerino Zatta, intervistato dalla Tribuna di Treviso:

“Dire che siamo sorpresi è poco e ci troviamo anche a disagio, perché non siamo mai stati coinvolti né nelle trattative con l’emittente televisiva, nè al momento del contratto. Ha gestito tutto la Fir. Una cosa è sicura: non lasceremo nulla di intentato perché fra tre settimane, quando riprenderà la Celtic, ci siano garanzie di visibilità. Non è possibile che dopo i nostri investimenti per essere competitivi in uno dei massimi tornei di rugby a livello internazionale, la squadra rischi di restare senza vetrina da qui a fine stagione. Per la squadra, la società, i tifosi sarebbe una perdita gravissima, in termini di visibilità e di immagine”

Ancora una volta quindi la Federazione Italiana Rugby vuole affacciarsi al professionismo, senza però saper gestire la situazione e mostrando più che mai una dirigenza di livello dilettantistico.

Categorie:Uncategorized
  1. massimilinao
    26/02/2011 alle 14:33

    la crisi c’e’ io sono un piccolo abbonato ..adesso abbandonato
    spero che si risolve con la visione dei pacchetti acquistati
    non chiedo risarcimenti del mio abbonamento gia pagato
    in bocca lupo ….crepi un saluto massimilinao

    • 28/02/2011 alle 22:18

      Ciao Massimiliano, purtroppo la situazione è molto colplicata ed ho paura che la quasi totalità dell’atenzione si stia spostando sull’offerta calcistica, cercando di trovare una soluzione ad essa, senza occuparsi della Celtic League…

  1. 17/01/2011 alle 18:02

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...