Home > Celtic League, heineken cup, statistiche > Un confronto tra italiane e scozzesi

Un confronto tra italiane e scozzesi

Sono gli avversari più abbordabili al Sei Nazioni. Sono stati fonte di disperazione all’ultima Coppa del Mondo del 2007. Forse proprio per questi motivi gli scozzesi sono stati il maggior ostacolo all’ingresso delle due italiane in Magners Celtic League. A quattro mesi dall’esordio nel campionato celtico da parte di Aironi e Treviso, proviamo a riflettere su qualche statistica per capire se i timori degli Highlanders erano fondati.

Ad Edimburgo, con una gara in più, non vengono calcolati i dati relativi al derby di ritorno contro Glasgow.

Una prima vittoria giunge già dalla media spettatori, che vede Treviso (82.200 abitanti) primo con una media di 4.471 spettatori a partita, e Viadana (19.100 abitanti) con 3.506 vicinissima a Glasgow (1.750.000 abitanti), che si attesta a 3.509. Edimburgo (463.500 abitanti) ferma a soli 2.733 spettatori di media. Ma i dati ci offrono un Treviso trionfante su più fronti, e degli Aironi ancorati ancora ai pessimi risultati di inizio stagione, nonostante il netto sensibile miglioramento visto nelle ultime gare. Un neo per le due italiane sono però gli scontri diretti, che vedono gli scozzesi in vantaggio di 3 a 0 grazie alla risicata vittoria di Edimburgo sugli Aironi (9 a 10) e su Treviso (21 a 9), nonchè la vittoria in casa da parte di Glasgow ai danni dei lombardo-emiliani (33 a 8). Per quanto riguarda la Heineken Cup gli Aironi hanno finora totalizzato 4 punti, grazie alla vittoria ai danni dei vicecampioni d’Europa del Biarritz, mentre i biancoverdi di Treviso sono fermi ad un punto realizzato grazie al bonus difensivo contro i pluricampioni inglesi del Leicester Tigers. I Warriors inseriti nel girone 6 hanno totalizzato 4 punti superando i gallesi dei Newport Gwent Dragons, mentre i cugini di Edimburgo hanno già totalizzato 7 punti grazie ad una vittoria contro Castres e tre punti bonus difensivi contro Cardiff Blues, Northampton e in trasferta contro Castres. I dati ci parlano quindi di squadre che si trovano su un medesimo livello, che invece di rappresentare una minaccia reciproca, andrebbero interpretate come un’occasione di crescita per entrambi i movimenti.

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...